Senza Firma Digitale, l'email non ha valore legale

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 5523/2018 ritorna sul valore legale dell'email

L'email semplice ha valore legale? Questo è stato uno degli argomenti su cui si è dovuta pronunciare la Corte di Cassazione con la sentenza n. 5523/2018 riguardante un licenziamento avvenuto per giusta causa, i cui fatti allo stesso contestati via e-mail.

Il Caso

Il lavoratore era stato licenziato per aver tenuto, a detta del datore di lavoro, una condotta irregolare con accredito in favore di alcune società partner di somme relative a giacenze di prodotti di telefonia mobile che in realtà non esistevano. A sostegno di tale ricostruzione dei fatti, vi erano dei messaggi di posta elettronica che erano transitati anche sulla casella e-mail del dipendente.

Quando l'email può avere legale?

La semplice email non garantisce la piena prova dell’identità del mittente, di quella del destinatario, della data di spedizione e della ricezione della stessa, e quindi non ha valore di prova.

Secondo la sentenza della Cassazione si rileva la “dubbia valenza probatoria” delle e-mail aziendali e con particolare riferimento ai messaggi di posta elettronica. La corte territoriale esclude quindi la valenza probatoria dei documenti sul presupposto di una possibilità astratta di alterazione, non trattandosi di corrispondenza elettronica certificata o sottoscritta con firma digitale che garantisce l’identificabilità dell’autore e la sua integrità ed immodificabilità.

Quanto all’efficacia probatoria dei documenti informatici, l’art. 21 del medesimo D.Lgs., nelle diverse formulazioni, ratione temporis vigenti, attribuisce l’efficacia prevista dall’articolo 2702 del cod. civ. solo al documento sottoscritto con firma elettronica avanzata, qualificata o digitale, mentre è liberamente valutabile dal giudice, ai sensi dell’art. 20 D.Lgs 82/2005, l’idoneità di ogni diverso documento informatico (come l’e-mail tradizionale) a soddisfare il requisito della forma scritta, in relazione alle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità ed immodificabilità.

Cassazione-sentenza-n-5523-2018.pdf

Acquisti più volte un prodotto?

Scopri il listino personalizzato per gli acquisti cumulativi o ricorrenti

Scoprilo qui!

Firme Digitali Per Pubbliche Amministrazioni

Scopri le Nostre Offerte per Comuni e per Pubbliche Amministrazioni

Maggiori Dettagli